CIRCOLARE n. 17 del 13/11/2018

//CIRCOLARE n. 17 del 13/11/2018

Deleghe servizi fattura elettronica

Come anticipato nella circolare n. 14 del 19/10 u.s., per la gestione della fatturazione elettronica, è previsto che gli intermediari possono essere delegati dai propri clienti all’utilizzo di alcuni servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Con il Provvedimento del 5/11 u.s. l’Agenzia delle Entrate ha approvato i nuovi modelli da utilizzare per il conferimento/revoca della delega per l’utilizzo dei seguenti servizi:

  • consultazione e acquisizione delle fatture elettroniche o dei loro duplicati informatici;
  • consultazione dei dati rilevanti ai fini IVA;
  • registrazione dell’indirizzo telematico;
  • fatturazione elettronica e conservazione delle fatture elettroniche;
  • accreditamento e censimento dispositivi.

In particolare, nel modulo in esame vanno riportati i dati del delegante, dell’eventuale rappresentante/tutore, del delegato, dell’operazione richiesta (conferimento/revoca), dei servizi il cui utilizzo si intende delegare e della durata temporale della delega (massimo 2 anni, ndr).

Nell’operazione di inoltro telematico della delega all’Agenzia delle Entrate, l’intermediario, oltre ai dati relativi alla delega, è tenuto a comunicare il volume d’affari, l’IVA a debito e l’IVA a credito risultanti nella dichiarazione IVA presentata dal delegante nell’anno precedente a quello di conferimento della delega.

Pertanto, per le deleghe conferite ad esempio nel 2018, sarà necessario riportare i predetti dati così come risultanti dal mod. IVA 2017, relativo all’anno di imposta 2016.

Nel caso in cui il soggetto delegante non abbia presentato il modello IVA (si pensi ad esempio ai soggetti che hanno optato per il regime fiscale di cui alla L. 398/1991) non è possibile utilizzare tali modalità di presentazione della delega di utilizzo dei servizi di fatturazione. In questo caso la delega per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica può essere presentata:

  • in forma cartacea ad un Ufficio dell’Agenzia delle Entrate, direttamente dal contribuente ovvero dall’intermediario che a tal fine deve essere dotato, oltre che della delega, della procura speciale;
  • direttamente dall’interessato/delegante tramite l’apposita funzione disponibile nella propria area riservata del sito Internet dell’Agenzia delle Entrate “Fatturazione elettronica” (mediante l’utilizzo delle credenziali FISCONLINE);
  • dall’intermediario, con l’invio tramite PEC di uno specifico file firmato digitalmente (la cui bozza – allegato 1) all’indirizzo: delegafatturazioneelettronica@pec.agenziaentrate.it.

A seguito della trasmissione della delega all’Agenzia delle Entrate:

  • all’intermediario che ha effettuato l’invio dei dati è inviata una ricevuta contenete l’esito dell’invio e gli eventuali motivi di scarto;
  • al soggetto delegante è inviata una comunicazione tramite PEC con la quale si rende nota l’attivazione della delega ai servizi di fatturazione elettronica da parte dell’intermediario.

I Clienti che volessero conferire delega allo Studio per i servizi relativi alla fatturazione elettronica, dovranno stampare il modello (allegato 2 alla presente), integrarlo con i dati del delegante, dell’eventuale rappresentante/tutore e la data di scadenza della delega. Per agevolare la compilazione del modello, è stato integrato il modello di delega preimpostando sia i dati dello Studio che la “selezione” di tutti i servizi relativi alla gestione delle fatture elettroniche. Il documento compilato dovrà successivamente essere datato, sottoscritto e riconsegnato a stretto giro e in originale allo Studio unitamente a copia di un documento di identità valido del sottoscrittore per la trasmissione telematica all’Agenzia delle Entrate. Vi chiediamo di anticipare a mezzo mail la scansione dei documenti per velocizzarne la trasmissione telematica.

Il costo del servizio di cui ad oggetto, al netto di IVA e CPC, è pari ad € 20,00.

image_pdfScarica il PDF
2018-11-15T19:45:51+00:00